La pittura: liberare la fantasia per liberarci dallo stress

La pittura: un potentissimo antistress!dsc_4282-e1476003260975-300x256

Lasciamoci prendere per mano dal fanciullino che è in noi. Lasciamoci trasportare dalla nostra fantasia. Lasciamoci avvolgere dai colori.

Ebbene sì! Questa sera prima di rientrare a casa dopo il lavoro fermiamoci alla prima cartoleria e prendiamo dei colori! Sì!! Ho detto bene: dei colori. Quelli che più vi aggradano: pastelli, pennarelli, pastelli ad olio, tempere. Prendiamo un album di fogli grandi e corriamo a casa. Liberiamoci dagli abiti della giornata e indossiamo una bella maglietta vecchia!!

Prendiamoci 5 minuti. Per chi ha figli, chiami i figli con sè e magari si faccia aiutare da loro.

Ora chiudete gli occhi e sognate, immaginate e provate a riprodurre ciò che vedete su un foglio.

Quasi sicuramente starete ridendo sotto i baffi, ma mai precludersi niente!

Infatti dipingere fa benissimo alla nostra salute. Immaginare a cosa piacevoli ci aiuta a distoglierci dai problemi, grandi e piccoli che siano, ma che possono rovinarci la giornata!

Quando decidiamo di dedicarci alla pittura ci facciamo prendere da sentimenti fanciulleschi, lasciamo libera la nostra fantasia, siamo concentrati sul disegno, sulla scelta dei colori, sui movimenti delle nostre mani per far sì che il risultato sia migliore. Tutti elementi questi che aiutano a rilassarci, a calmare ai nostri battiti cardiaci e quindi ridurre ansia e stress. Ne gioisce anche la nostra intelligenza, che viene in questo caso sollecitata e stimolata.

Soprattutto lo stato di concentrazione che si raggiunge riduce notevolmente il nostro senso di controllo e aiuta a raggiungere uno stato di pace.

L’osservazione di qualcosa che ci aggrada rilascia la dopamina che provoca in noi sensazione di piacere e soddisfazione.

Per dipingere in questo modo non sono richieste particolari competenze o abilità. Siamo noi con la nostra mente. le nostre mani e le nostre sensazioni.

L’uso di colori fa bene, infatti la cromoterapia consiste nell’usare certi tipi di colori per ridurre situazioni patologiche.  Anche se non ritrova sempre fondamento scientifico nella cura dei dolori, è comunque provato che certi tipi di colore provocano in noi alcune sensazioni.

Ad esempio il rosso è il colore del fuoco, dell’amore, del calore e viene associato alla forza, alla salute, alla gioia e alla festa. Il verde è il colore della natura e dell’armonia con effetti distensivi sulla nostra mente. Il giallo viene associato al lato intellettuale del nostro cervello e genera in noi buon umore e concentrazione.  Si sostiene che l’arancione abbiamo su di noi un’azione liberatoria provocando sensazioni di allegria, energia, serenità, entusiasmo.

Il blu invece ha un’azione calmante e rinfrescante.

Questo solo per darvi un esempio.

Inoltre anche nella cultura indiana, la medicina ayurvedica ha sempre considerato come i colori influenzino l’equilibrio dei chakra, ovvero i centri di energia associati alle principali ghiandole del corpo. Ma di queste cose magari ne parleremo in un articolo più approfondito.

Abbiamo parlato della pittura e del suo effetto benefico con Deina Sferlazza in occasione della mostra “Un pò di rosa” tenutasi nei giorni scorsi presso la sala civica di Sorbolo.

dsc_4300-300x200

Qui hanno esposto oltre a lei anche Giulia D’Incognito e Sandra Gruzza.

Deina è pittrice e ritrattista durante il tempo libero, impiegata e mamma di due figli. Ha frequentato il Liceo artistico Toschi a Parma e non ha mai smesso di lavorare e creare per diventare una pittrice affermata.

La passione è tanta, e il divertimento anche! Sono proprio grazie a questi fattori che Deina riesce a trovare il tempo e la voglia per dedicarsi alla sua passione nonostante la vita intensa e frenetica.

Al momento si sta cimentando in ritratti, per la maggior parte su commissione.

Ci ha spiegato come ama sporcarsi le mani con i suoi pastelli e la sua china. Come si sente realizzata vedere finire un ritratto o un quadro nato dalla sua fantasia. Come si sente stimolata e attratta anche dall’ambiente che la circonda da cui trae elementi per i suoi capolavori.

Nei giorni scorsi alla mostra hanno partecipato anche ragazzini delle scuole medie inferiori e hanno provato a riprodurre le opere esposte.

Sia Deina che Giulia, anche lei presente in sala, erano impressionate dall’attenzione, dal divertimento di questi ragazzini e dalle notevoli capacità di alcuni di loro. Purtroppo siamo abituati a vedere i ragazzini chini sui loro smartphone, invece sarebbe importante stimolarli e coltivare i loro talenti.

Anche Giulia dipinge nel tempo libero e ci ha confessato che questa passione, questo suo hobby sta diventando sempre più una necessità per lei.

Adesso inizia anche l’inverno e il freddo e si sta più volentieri all’interno delle nostre quattro mura, quindi perchè non prendiamo un bel foglio bianco e qualche colore e iniziamo anche noi??

Data la giornata bigia io inizio subito!!

Buona settimana amici!!

Se questo articolo ti è piaciuto e/o l’hai trovato interessante metti un Like e/o condividi.

 

 

14495433_596293783890107_3952480368613946708_n-2-300x300  dsc_4321-300x200

 

Photo by Fabio Ovrezzi

Be Sociable, Share!
Taggato , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *