La fattoria di Rivalta: due giorni e una nuova vita

ruralblog

La fattoria di Rivalta: un’esperienza unica per vivere una nuova vita!!

Il paese di Rivalta si colloca a 360 metri su livello del mare, sullo sperone che emerge dal rio Madolo e dal Masdone e dista circa 30 minuti da Parma. Qui e a Torre di Traversetolo si trova un fenomeno geologico curioso. Gorgogliano dei veri e propri vulcanelli di fango: i barboj, chiamati così dagli abitanti dei paesi a causa del loro borbottio. Da qui il nome Parco Barboj.

Questi vulcanelli eruttano di continuo, facendo fuoriuscire acqua salata, idrocarburi, metano e anidride carbonica.

In passato si riteneva che quest’acqua fosse medicamentosa. Vi è testimonianza in scritti che risalgono al XVII secolo.

Il Parco Barboj e la fattoria di Rivalta  hanno visto una vera e propria rinasciata in questi ultimi anni grazie al Rural Festival, che si svolge nel primo weekend di settembre.  Il festival della biodiversità. In queste due giornate migliaia di persone accorrono per conoscere animali di antiche razze. Assaggiano prodotti a km0 e  frutti antichi. Si possono vedere tecniche di allevamento e di agricoltura e passare qualche ora immersi nella natura tra viti e frutteti. I bambini possono fare un giretto sulla schiena del mulo e farsi un giretto sul trattore col contadino.  Inutile dire che divertimento e spasso sia per i più piccoli!! Vengono organizzati anche veri e propri laboratori per bambini. Si crea cosi un piacevole incontro tra bambini e campagna. Incontro, questo, sempre più raro. Ma diciamolo…il divertimento è anche per noi bambini un pò cresciuti ;).

ruralblog2

Ma la meraviglia della fattoria di Rivalta non si limita solo a queste due giornate ma la si può vivere in qualsiasi momento dell’anno.

Infatti sono state installate delle vere e proprie capannine di legno nel vivo del Parco Barboj.

Queste capannine affacciano sul meraviglioso e rilassantissimo paesaggio collinare del parco.

In queste stanze vi sono solo due letti, una fantastica terrazza, un lavandino e fornello per sorseggiare una tisana calda nella pace del tramonto. I meravigliosi servizi (personali) dotati di sauna sono in cima al colle.

Ma il fascino di passare una notte in fattoria non è solo il panorama, ma lo stile di vita.

Appena si entra nel proprio bagno si trovano stivali, guanti e grembiule!! E diamo in via alla giornata!!

Dopo esserci rilassati al tramonto e aver passato la notte circondati dal silenzio della notte ci si sveglia dalle luci dell’alba. Ci si gode lo spettacolo e poi via al lavoro! Ebbene si!! Se vuoi fare colazione puoi assaporare i fantastici prodotti dell’azienda agricola oppure vestirti e andare a mungere le vacche e raccogliere qualche uova fresca per una colazione sana e nutriente.

Durante la giornata potrai aiutare a svolgere i lavori in fattoria: dare da mangiare agli animali, pulire le stalle, curare le viti e i frutteti. Potrai andare a raccogliere il miele per te.

A fine lavori potrai goderti una sauna rilassante e farti una doccia calda.

Questa è una vacanza che potrei fare anche d’inverno: non puoi perderti il fantastico panorama innevato e gli animali che si avvicinano alle capannine!!

Ora penserai: ma che vacanza è? E’ un vero e proprio tuffo nel passato. Ci si allontana dallo stress cittadino. Lì non esistono cellulari, computer. Sei tu e la natura. Sporcarsi le mani cosi aiuta a sfogarsi, a dimenticarsi di tutti i pensieri negativi e …ci si diverte tantissimo. Si respira aria sana e si mangiano prodotti a km0 nutrienti e senza conservanti. Ti sembrerà di essere stato lontano due mesi, non due giorni!

Un’esperienza unica ed irripetibile!!

Credetemi, provatela!!! E mi raccomando fammi sapere.

ruralblog1 ruralblog3

Se questo articolo ti è piaciuto o pensi sia stato utile metti un Like e/o Condividi.

 

Be Sociable, Share!
Taggato . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *