La bacchetta magica per un’ happyfamily?

Esiste davvero la bacchetta magica per un’ happyfamily?

C’è davvero un modo e una soluzione per i problemi in famiglia?

Io dico che se c’è un problema c’è anche la soluzione. Seguimi!!

Si è sempre di corsa, stanchi e sempre più arrabbiati.

I nostri smartphone ci tengono immersi in un modo virtuale distraendoci da ciò che abbiamo davanti e impedendoci di ascoltare chi ci sta parlando. Non viviamo la realtà. Allo stesso tempo ci caricano di stress e con mille pubblicità di fenomeni che con niente hanno cambiato le loro vite saremo sempre più insoddisfatti ed arrabbiati!

Ma una soluzione c’è, ci dev’essere.

Certo ci vuole un pò di impegno.

btf

Personalmente sono stanca quando amici e parenti ci dicono “Sembrate la famiglia del Mulino Bianco”. C’è sempre un pò di ironia.

Ma ti assicuro che non è sempre stato così. Periodi difficili, brutti e bui ne abbiamo avuti e ne avremo.

Proprio perchè ci sono stati questi periodi dove si è messo tutto in discussione che oggi ci considerano un happyfamily.

Ma qual’è la soluzione? Si può avere davvero la bacchetta magica per avere un’happyfamily?

La mia?

Parlare, parlare, parlare e tanta volontà.

Ma andiamo con ordine. Ecco la mia ricetta, quella già provata, sperimentata che ha funzionato!!

  1. iniziare ad essere gentili. La gentilezza non solo per portare rispetto a chi vive con te, ma anche per farti ritrovare la calma e il buonumore. Inoltre se vivi con figli o bimbi piccoli è un esempio importantissimo per loro. Anche se un sentimento finisce credo che il rispetto e l’educazione siano fondamentali per mantenere un rapporto sano e considerarci ancora persone. Anche se gli altri sbagliano sono comunque persone.
  2. Prima guarda i tuoi difetti. Ti sei mai chiesto: perchè l’altra persone si allontana da me? Cosa deve sopportare l’altra persona di me? Di sicuro avrai aspetti che non ti piacciono o se proprio non ti trovi dei difetti molto semplicemente chiedi a chi ti sta accanto direttamente. Vedrai che parlandovi ti renderai conto che anche tu potresti aver sbagliato in qualcosa e già qualche nodo inizierà a sciogliersi.
  3. Trova un pò di tempo  lontano da stress e impegni da passare con l’altra persona, magari fare qualcosa di piacevole e divertente, magari per parlare un pò.
  4. Abbassa le difese e abbandona i pregiudizi. Vivi quel tempo con l’altra persona liber@ dai pregiudizi e dimentica il perchè siete arrivati a quel punto.
  5. Ricorda il perchè tutto è iniziato. Cosa ti piaceva dell’altra persona? Perchè ti sei innamorat@ di lei/lui?
  6. Fai qualcosa che all’altro può fare piacere.  A volte basta solo chiedere come stai, o indossare quell’abito che gli piace tanto. E perchè magari non lasciare un messaggino carino per iniziare la giornata?
  7. btr

Come vedi non è niente di particolarmente difficile, la soluzione per noi è stata questa ed ha funzionato.

Cosa aspetti a mettere in pratica questi consigli?

Se questo articolo ti è piaciuto o se pensi sia stato utile metti un Like e/o Condividi.

 

 

Una distrazione chiamata uncinetto

Lo dico subito questo articolo lo dedico a mia suocera, l’esperta di uncinetto della famiglia.

Potrà sembrare una sciocchezza o una banalità, ma come ho già detto non tutti sono sportivi, non tutti amano lanciarsi col paracadute o farsi km di corsa o hanno la resistenza per una scarpinata in montagna.

Però tutti hanno bisogno di trovare un loro mondo a fine giornata, un po’ di distrazione e relax.

Mia suocera mi ha aperto il mondo dell’uncinetto.

Lavorare ad uncinetto non è affatto facile, e ti assorbe completamente!! La concentrazione è al massimo: pensi a ciò che ti piace e ciò che vuoi realizzare, devi pensare a come realizzarlo, a tutti i passaggi che devi seguire, step by step.

Lavorare ad uncinetto può diventare un vero e proprio divertimento. Puoi lavorare ovunque vuoi, dalla spiaggia, alla poltrona di casa tua. Puoi realizzare ciò che vuoi, ciò che ti serve o preparare regali originali. E’ un passatempo economico. Puoi imparare sempre tecniche nuove; aiuta la tua autostima (che soddisfazione vedere le tue realizzazioni!!!). Ti rilassa e distende i nervi; puoi realizzare un profitto economico (puoi vendere i tuoi lavori o insegnare ad altri le tecniche).

dsc_3224-300x200

 

In questi ultimi anni lavori all’uncinetto sono tornati di moda (pensate alle borsette Desigual, rivestite in uncinetto). Molte case di moda hanno rilanciato cuffie, scaldaocolli, cappellini, coprispalle, scialli, manicotti, astucci, porta cellulari ecc ecc.

Lavorare ad uncinetto può essere un relax adatta a tutte le età, dalle bambine alle persone più anziane…insomma mente e corpo lavorano e sono impegnati, sempre meglio che stare davanti alla tv e non far funzionare il cervello…un ottimo antidoto contro noia e stress!!

qui potrete trovare tutto l’occorrente:

 

dsc_3226-300x200  dsc_3229-300x200

 

Riordiniamo!!! Vi presento “Il magico potere del riordino di Marie Kondo

Hai mai pensato che il disordine è stress? “Il magico potere del riordino” è la soluzione al tuo problema.

E’, infatti, stato provato che il disordine causa pensieri negativi e stati di ansia.

Posso dire di averlo provato sulla mia pelle!!
Ora posso finalmente definirmi una persona ordinata. Strano  e impossibile crederlo anche per mia moglie! La quantità di vestiti ed oggetti nel mio armadio era spaventosa.

Quando mi serviva la maglietta celeste con colletto bianco dovevo scavare e riscavare per poi ricordarmi che era nascosta nel cassetto della cassettiera.

Grazie all’incontro con il libro “Il magico potere del riordino” di Marie Kondo la mia mente si è rilassata.
Con metodo e divisione dei vestiti, libri, fogli importanti e non , puoi respirare aria pulita e sentirti rilassato guadagnando tanto tempo.

La prima cosa da fare è buttare via tutto quello che non ti trasmette emozioni!!
Ammettiamolo: non è vero che andrai a rimettere vestiti, o rileggere libri o fogli che non ti hanno mai ispirato.

Non cercare pretesti per rimandare la decisione di buttarli, non riuscirai mai a liberarti del disordine e fare ordine nella tua mente.
Dopo aver letto il libro tutto d’un fiato, una sera, a casa da solo, mi sono messo all’opera!  Con grande entusiasmo ed energia ho messo tutti i vestiti sul letto e mi sono domandato come indica il libro: “Questo vestito mi emoziona? Lo voglio rivedere il prossimo anno nel mio armadio?”

Ho suddiviso gli abitii  nelle seguenti categorie: pantaloni e jeans, magliette e maglioni e intimo nel cassetto.

Poi li ho sistemati e piegati con amore posizionadoli tutti in verticale. In questo modo evito anche il cambio di stagione perché ho tutto a disposizione, senza dovermi sobbarcare lavoro extra e, stranamente, trovo tutto al primo colpo.
Vi devo dire la verità non è stato così facile come possa sembrare scartare i miei vestiti, perché caratterialmente tendo sempre ad accumulare qualsiasi cosa pensando che possa servire un domani.

Pensando a tutti quei vestiti inutilizzati ho riempito dei sacchi e li ho portati nella mia parrocchia dove effettuano la raccolta per persone più bisognose.

Così ho avuto la possibilità di essere stato utile per qualcuno e trovare una nuova casa a qui vestiti che avevo abbandonato.

Non sto delirando ma Marie Kondo insegna a farsi emozionare dai propri vestiti ed oggetti in modo da rendere più facile la scelta scartando quelli che non riescono a trasmetterti alcuna emozione.
Ogni volta che apro la mia anta dell’armadio devo dire che sono soddisfatto di aver fatto pulizia e ordine perché aiuta molto a liberare la mente da pensieri superflui e negativi. Anche mia moglie si è chiesta se sono veramente la stessa persona.

Un’altra cosa molto importante che insegna Marie Kondo ne “Il magico potere del riordino” è la gratitudine.

Infatti appena entri in casa ringraziala per il semplice motivo che ti accoglie, ti tiene al sicuro e ti fornisce calore e riparo.  Può sembrare una sciocchezza, ma cambia prospettiva e ti pone in un atteggiamento positivo e  che aiuta a superare lo stress quotidiano. Un ringraziamento fa sempre bene allo spirito.

Ragazzi leggetelo e buon riordino a tutti.

Non dimenticatevi di farmi sapere le vostre esperienze!!

Fabio

 

img_6714-e1466961973553-300x225

 

Vacanza in campeggio…why not?

Dai Dai che arrivano le vacanze!!!

Non avete idea? non volete prenotare perchè il tempo è incerto? Non avete un gran budget? allora vi consiglio il campeggio!!!

Sinceramente sono una fan della vita da campeggio e vi spiego anche il perchè!

Innanzitutto in campeggio si respira aria pura: la maggior parte dei campeggi si trovano in riva al mare e riparati dal sole da una pineta.

Mi piace l’idea di non avere orari per colazione, pranzo e cena, ma sono libera di mangiare quando ne sento la voglia. E poi a me e Fabio piace tantissimo organizzare cene in riva al mare (in albergo non troverai mai questa pace e questo romanticismo).

dscn3203-300x225

 

Gli unici orari che si devono rispettare sono quelli del silenzio che rendono il campeggio una vera oasi di pace, durante le quali è un piacere farsi cullare dal venticello o immergersi nella lettura di un buon libro.

Un altro aspetto piacevole della vita da campeggio è la cordialità e socievolezza dei campeggiatori: se sei in difficoltà a montare la tenda arriva sempre qualcuno disposto ad aiutarti, a Ferragosto si organizzano spesso tavolate lungo i viali per festeggiare tutti insieme e sempre tutti insieme si gioca ai gavettoni.

Le auto possono entrare solo a passo d’uomo (durante le ore del silenzio invece non si può entrare) e ciò rende sicura la vita in camping anche per i più piccoli che possono correre o pedalare liberamente lungo i vialoni.

Quasi tutti i campeggi sono attrezzati per accogliere i nostri amici a 4 zampe, motivo in più per scegliere questo tipo di vacanza.

Ovviamente non vi sono le comodità dell’hotel ma si può sempre affittare un bungalow e ora in commercio sono disponibili materassi gonfiabili alti e comodi come quelli di casa e le tende sono dei veri mini appartamenti (per chi vuole iniziare alla Decathlon se ne trovano davvero di tutti i tipi e per tutte le tasche).

Per noi donne a volte l’hotel può sembrare una comodità perchè troviamo già tutto pronto, ma ormai tutti i campeggi sono dotati di gastronomie e ristoranti.

Insomma credo davvero che sia un’esperienza almeno da provare…poi fatemi sapere le vostre esperienze!!

 

Buona vacanza!!

img00086-20120624-0900-1-300x225

 

Se questo articolo ti è piaciuto e/o pensi sia stato utile metti un Like e Condividi

 

 

Il tempo è prezioso

La vita di oggi è frenetica, si corre, ci distrae, ci allontana dalle persone e si comunica spesso solo attraverso i social-network. Alla fine della giornata come ci sentiamo? Stanchi, vuoti e con gli occhi gonfi. Allora cerchiamo di dedicare un pò di tempo per noi stessi, che siano 20 minuti o un’intera ora, vuotiamo la mente, abbandoniamo i cellulari e viviamo!! Viviamo ed emozioniamoci!! Come? Con qualsiasi cosa che vi possa appagare: cucinare, dedicarsi al giardinaggio, facciamo una camminata, andiamo in riva al mare, iscriviamoci in palestra e chi più ne ha più ne metta!!
Questo sito è proprio dedicato a voi, a come si può cambiare lo stile di vita e vivere la cosa più importante: la nostra vita!!