Immersi nella lettura

Abbiamo parlato di sport, avventura, ma non tutti sono portati per le attività motorie o possono svolgere attività fisica.

Però anche loro possono trovare il modo di staccare la spina senza dover fare km per visitare mondi sconosciuti o spendere un patrimonio per suite in una spa. Ci si può rilassare e vivere emozioni nel modo più semplice in assoluto: leggere un buon libro.

La lettura di un romanzo, di un giallo, di un fantasy, di un saggio può essere una vera e propria evasione…senza valutare gli aspetti benefici che ha sul nostro cervello e sulle nostre emozioni.

Natalie Phillips dell’Università di Stanford, con l’aiuto del suo team di neurobilogi, ha provato la relazione tra lettura, attenzione e distrazione e i loro effetti sull’attività cerebrale. L’esperimenti si è svolto effettuando risonanze magnetiche ai pazienti in fase di lettura. Il team scoprì che durante l’azione di lettura non solo al cervello affluiva più sangue, ma che questo maggior affluisse fosse destinato a quella parte del cervello impegnata nelle funzioni di esecuzione, cioè a quelle attività che richiedono maggiore attenzione.

Questo maggior afflusso di sangue riduce anche i rischi di malattie cerebrali, come l’Alzheimer o la demenza senile e aiuta a mantenere il nostro cervello più giovane.

La lettura è un vero e proprio esercizio per la nostra mente infatti aiuta a concentrarci meglio e allena la nostra memoria, pensate al fatto che quando leggiamo un romanzo, ancor meglio un giallo, dobbiamo ricordarci e fare attenzione a dettagli e avvenimenti.

La lettura inoltre è un ottimo antistress: il sangue che affluisce per la maggior parte al cervello rallenta i battiti cardiaci e provoca una sensazione di benessere, aumentando la produzione di feromoni, detti anche ormoni della felicità. Pensate alle sole emozioni che può dare la lettura: proviamo tensione e paura quando leggiamo un giallo, ci emozioniamo quando leggiamo un romanzo d’amore, ci divertiamo quando leggiamo un libro di avventura ecc ecc. Quando ci immergiamo nella lettura entriamo in un nuovo mondo, immaginiamo colori, volti, luoghi, suoni e odori sviluppando la nostra immaginazione…ci stacchiamo completamente dal mondo reale, facendo funzionare la nostra mente, senza essere ipnotizzati da uno schermo o ossessionati dalle notifiche di Facebook .

Leggere inoltre ci rende più colti: arricchiamo il nostro lessico e riusciamo ad essere più comprensibili agli altri, ci insegna a trovare svariate soluzioni ai nostri problemi e quindi ci rende più intelligenti.

Pensiamo anche all’aspetto economico: la lettura offre un ottimo intrattenimento a buon mercato.

William Menninger intorno agli anni ’30 ha iniziato a parlare di Libroterapia particolarmente indicata per la cura di sindrome depressive, disturbi di ansia e sessuali.

Sarebbe importantissimo iniziare la giornata con 10 minuti di lettura per attivare il nostro cervello, andare al lavoro più energici, concentrati e prima di dormire per rilassarci e toglierci lo stress della giornata.

Sono veramente colpita da quanto la lettura possa farci bene!! Bastano 10 minuti al giorno per migliorare la qualità della nostra vita in tutti i suoi aspetti!! Meraviglioso!! Allora spegniamo la tv e apriamo un buon libro, adesso prima di iniziare la nostra giornata!!!

Buon inizio a tutti amici miei!

20160608_050623000_ios-e1472986480416-300x122

 

Riordiniamo!!! Vi presento “Il magico potere del riordino di Marie Kondo

Hai mai pensato che il disordine è stress? “Il magico potere del riordino” è la soluzione al tuo problema.

E’, infatti, stato provato che il disordine causa pensieri negativi e stati di ansia.

Posso dire di averlo provato sulla mia pelle!!
Ora posso finalmente definirmi una persona ordinata. Strano  e impossibile crederlo anche per mia moglie! La quantità di vestiti ed oggetti nel mio armadio era spaventosa.

Quando mi serviva la maglietta celeste con colletto bianco dovevo scavare e riscavare per poi ricordarmi che era nascosta nel cassetto della cassettiera.

Grazie all’incontro con il libro “Il magico potere del riordino” di Marie Kondo la mia mente si è rilassata.
Con metodo e divisione dei vestiti, libri, fogli importanti e non , puoi respirare aria pulita e sentirti rilassato guadagnando tanto tempo.

La prima cosa da fare è buttare via tutto quello che non ti trasmette emozioni!!
Ammettiamolo: non è vero che andrai a rimettere vestiti, o rileggere libri o fogli che non ti hanno mai ispirato.

Non cercare pretesti per rimandare la decisione di buttarli, non riuscirai mai a liberarti del disordine e fare ordine nella tua mente.
Dopo aver letto il libro tutto d’un fiato, una sera, a casa da solo, mi sono messo all’opera!  Con grande entusiasmo ed energia ho messo tutti i vestiti sul letto e mi sono domandato come indica il libro: “Questo vestito mi emoziona? Lo voglio rivedere il prossimo anno nel mio armadio?”

Ho suddiviso gli abitii  nelle seguenti categorie: pantaloni e jeans, magliette e maglioni e intimo nel cassetto.

Poi li ho sistemati e piegati con amore posizionadoli tutti in verticale. In questo modo evito anche il cambio di stagione perché ho tutto a disposizione, senza dovermi sobbarcare lavoro extra e, stranamente, trovo tutto al primo colpo.
Vi devo dire la verità non è stato così facile come possa sembrare scartare i miei vestiti, perché caratterialmente tendo sempre ad accumulare qualsiasi cosa pensando che possa servire un domani.

Pensando a tutti quei vestiti inutilizzati ho riempito dei sacchi e li ho portati nella mia parrocchia dove effettuano la raccolta per persone più bisognose.

Così ho avuto la possibilità di essere stato utile per qualcuno e trovare una nuova casa a qui vestiti che avevo abbandonato.

Non sto delirando ma Marie Kondo insegna a farsi emozionare dai propri vestiti ed oggetti in modo da rendere più facile la scelta scartando quelli che non riescono a trasmetterti alcuna emozione.
Ogni volta che apro la mia anta dell’armadio devo dire che sono soddisfatto di aver fatto pulizia e ordine perché aiuta molto a liberare la mente da pensieri superflui e negativi. Anche mia moglie si è chiesta se sono veramente la stessa persona.

Un’altra cosa molto importante che insegna Marie Kondo ne “Il magico potere del riordino” è la gratitudine.

Infatti appena entri in casa ringraziala per il semplice motivo che ti accoglie, ti tiene al sicuro e ti fornisce calore e riparo.  Può sembrare una sciocchezza, ma cambia prospettiva e ti pone in un atteggiamento positivo e  che aiuta a superare lo stress quotidiano. Un ringraziamento fa sempre bene allo spirito.

Ragazzi leggetelo e buon riordino a tutti.

Non dimenticatevi di farmi sapere le vostre esperienze!!

Fabio

 

img_6714-e1466961973553-300x225

 

I benefici della corsa

Molti dei miei lettori avrebbero pensato che questo sarebbe stato il mio primissimo articolo, ma ho resistito alla tentazione però oggi, dopo una corsa mattutina alle h 5.30 rompo il silenzio e vi parlo della mia passione: la corsa.

Fermi tutti!!! Non sono una maratoneta e nemmeno una professionista, solo un’appassionata di quei 35/45 minuti al giorno per sentirmi rigenerata e rilassata. Non mi pongo obiettivi, tempi ecc ecc, corro e basta, perché mi fa sentire alla grande!!

Adoro correre perché si fa all’aria aperta, anche d’inverno (una felpa, una cuffietta e via): dopo essere rimasta in ufficio una giornata al chiuso, tra riscaldamento, puzze varie, è fantastico poter riossigenare muscoli e cervello. Mi aiuta ad alleviare quella pesantezza dovuta proprio alla mancanza di ossigeno. Non c’è la musica martellante delle palestre, ma puoi correre ascoltando la musica scelta da te nell’iPod.

Per correre non occorrono grandi attrezzature o grandi preparazioni, ma solo due scarpette di buona qualità per poter assorbire gli urti dovuti dall’impatto delle gambe sull’asfalto (alla Decathlon o su internet su siti come Amazon se ne trovano di tutti i tipi e per tutte e tasche).

20160621_044544228_ios-300x300

 

I tempi e la percorrenza la decidi tu, di volta in volta si migliora, la resistenza aumenta.

Se corri in modo individuale non hai orari e sei libero di andare ogni qual volta tu ne senta la necessità (sì proprio così! La corsa ti coinvolge così tanto, ti provoca così tanti benefici che diventerà più un bisogno che uno sforzo).

Puoi praticare questo sport ovunque tu sia: città, montagna, mare (io adoro correre all’alba in riva al mare, ogni volta che vado in vacanza non perdo mai l’occasione!)

 

Puoi svolgere l’attività in compagnia o individualmente.

20160618_100735430_ios-300x225

Inoltre la corsa ha benefici provati a livello scientifico. Ad esempio aiuta a diminuire il peso corporeo. Migliora l’efficienza cardiaca portando ad una diminuizione dell’ipertensione e dei livelli del colesterolo nel sangue. Correre stimola un processo chiamato lipolisi che aiuta a bruciare in modo più efficace i grassi e rinforza i muscoli.

Sono stati confermati da ricerche anche benefici a livello mentale. Infatti la corsa stimola il rilascio di endorfine. Queste aiutano a contrastare i disturbi di ansia e stress provocando euforia o sonnolenza, a seconda della quantità rilasciata.

Molti continuano a considerarmi matta…sarà…ma…toglietemi tutto ma non la mia corsetta!!

Se questo articolo ti è piaciuto e/o pensi sia stato utile metti un Like e/o Condividi.

Rinascere da una passione

Questa riflessione nasce in occasione del Gola Gola festival di Parma al quale ha partecipato come ospite Benedetta Parodi. Seguo spesso le sue trasmissioni in quanto cucina piatti che possono essere preparati da tutti, anche da chi non è chef, e adatti alla vita di tutti i giorni (come il salva cena: piatto da preparare in 10 minuti con ciò di cui si dispone in frigo).

Vedendo Benedetta cucinare, come una qualsiasi madre di famiglia, mi sono detta: “ma guarda, è riuscita a fare della sua passione il suo lavoro!” riuscendo ad avere un notevole seguito, proprio anche grazie il messaggio e la serenità che sa trasmettere con semplicità.

20160611_080522511_iOS

Allora pensavo che anche cucinare può essere uno splendido modo di rilassarsi, di staccare. Io quando sono felice mi lancio in preparazioni di torte!!! Però pensateci bene: cucinare ci tiene impegnati mentalmente e fisicamente, quando cuciniamo spesso lo facciamo per le persone a noi più care o perchè abbiamo ospiti di cui amiamo la compagnia e cosa c’è di più piacevole che far piacere e far star bene le persone a cui vogliamo bene? siete single? benissimo ma che piacere ogni tanto dedicarsi ad una bella mangiata!! Io vado matta per la pizza e non c’è domenica senza la mia pizza preparata in casa (ogni domenica cerco di inventarmi gusti e abbinamenti nuovi!! Fabio è più tradizionalista con la sua solita 4 formaggi 😉 ).

Molte persone hanno anche intrapreso una bella carriera cucinando e vendendo i loro piatti: chi cucina a domicilia, chi si è specializzato in piatti vegani, chi nel cake design ecc ecc …

Ora lo scopo del mio blog non è creare e formare persone di successo o in carriera, voglio solo far trovare alle persone qualche soddisfazione e piacere nella vita, se poi queste passioni possono diventare il vostro lavoro, o possono essere una buon remunerazione per voi allora ben venga.

Bene allora cosa prepariamo per cena? Io ora mi lancio in una buona torta!!

Buon appetito!!!

a5b576b4-8f1d-4582-8155-350be0484fd8