La bacchetta magica per un’ happyfamily?

Esiste davvero la bacchetta magica per un’ happyfamily?

C’è davvero un modo e una soluzione per i problemi in famiglia?

Io dico che se c’è un problema c’è anche la soluzione. Seguimi!!

Si è sempre di corsa, stanchi e sempre più arrabbiati.

I nostri smartphone ci tengono immersi in un modo virtuale distraendoci da ciò che abbiamo davanti e impedendoci di ascoltare chi ci sta parlando. Non viviamo la realtà. Allo stesso tempo ci caricano di stress e con mille pubblicità di fenomeni che con niente hanno cambiato le loro vite saremo sempre più insoddisfatti ed arrabbiati!

Ma una soluzione c’è, ci dev’essere.

Certo ci vuole un pò di impegno.

btf

Personalmente sono stanca quando amici e parenti ci dicono “Sembrate la famiglia del Mulino Bianco”. C’è sempre un pò di ironia.

Ma ti assicuro che non è sempre stato così. Periodi difficili, brutti e bui ne abbiamo avuti e ne avremo.

Proprio perchè ci sono stati questi periodi dove si è messo tutto in discussione che oggi ci considerano un happyfamily.

Ma qual’è la soluzione? Si può avere davvero la bacchetta magica per avere un’happyfamily?

La mia?

Parlare, parlare, parlare e tanta volontà.

Ma andiamo con ordine. Ecco la mia ricetta, quella già provata, sperimentata che ha funzionato!!

  1. iniziare ad essere gentili. La gentilezza non solo per portare rispetto a chi vive con te, ma anche per farti ritrovare la calma e il buonumore. Inoltre se vivi con figli o bimbi piccoli è un esempio importantissimo per loro. Anche se un sentimento finisce credo che il rispetto e l’educazione siano fondamentali per mantenere un rapporto sano e considerarci ancora persone. Anche se gli altri sbagliano sono comunque persone.
  2. Prima guarda i tuoi difetti. Ti sei mai chiesto: perchè l’altra persone si allontana da me? Cosa deve sopportare l’altra persona di me? Di sicuro avrai aspetti che non ti piacciono o se proprio non ti trovi dei difetti molto semplicemente chiedi a chi ti sta accanto direttamente. Vedrai che parlandovi ti renderai conto che anche tu potresti aver sbagliato in qualcosa e già qualche nodo inizierà a sciogliersi.
  3. Trova un pò di tempo  lontano da stress e impegni da passare con l’altra persona, magari fare qualcosa di piacevole e divertente, magari per parlare un pò.
  4. Abbassa le difese e abbandona i pregiudizi. Vivi quel tempo con l’altra persona liber@ dai pregiudizi e dimentica il perchè siete arrivati a quel punto.
  5. Ricorda il perchè tutto è iniziato. Cosa ti piaceva dell’altra persona? Perchè ti sei innamorat@ di lei/lui?
  6. Fai qualcosa che all’altro può fare piacere.  A volte basta solo chiedere come stai, o indossare quell’abito che gli piace tanto. E perchè magari non lasciare un messaggino carino per iniziare la giornata?
  7. btr

Come vedi non è niente di particolarmente difficile, la soluzione per noi è stata questa ed ha funzionato.

Cosa aspetti a mettere in pratica questi consigli?

Se questo articolo ti è piaciuto o se pensi sia stato utile metti un Like e/o Condividi.

 

 

La polverosa: tra sport e storia

La polverosa, fantastica manifestazione ciclistica tra storia e cibo della tradizione.

polverosa3             polverosa4

Ma partiamo dall’inizio.

Il ciclismo è uno sport intriso di storia che vede in questi ultimi tempi sempre più appassionati.

E’ uno sport adatto a tutti, ognuno pedala col suo ritmo; migliora il sistema cardiocircolatorio. Quindi migliora la circolazione abbassando il colesterolo e a glicemia del sangue, regolarizza la pressione sanguigna. Il movimento prolungato e aerobico aiuta notevolmente il dimagrimento. Migliora il lavoro dell’apparato respiratorio e la tonificazione muscolare.

Il ciclismo poi è salutare per la mente. Ti permette di percorrere lunghe distanze e ammirare panorami diversi e lontani dal caos della città. Ciò è assolutamente rilassante e ti permette davvero di allontanare tutti i tuoi problemi.

Inoltre ogni volta puoi superare te stesso e può diventare una sfida accattivante per superare i tuoi limiti e porti sempre obiettivi nuovi.

Inoltre è uno sport che puoi praticare in compagnia o da solo, in base a come ti senti.

Dalla passione per questo sport e dai ricordi di grandi ciclisti come Coppi, Bartali, Moser, Guerra e Pélisser nasce la Polverosa.

Viene istituita nel 2008 con partecipanti a livello nazionale ed europeo. La filosofia della manifestazione è di rivivere le sensazioni del ciclismo d’altri tempi immersi in un contesto più naturale, riscoprendo percorsi sia su asfalto che su strada bianca ormai dimenticati.

Si possono scegliere percorsi in base alla propria preparazione atletica di km 45, 81 o 108. Biciclettata assolutamente non agonistica.

Vi sono però delle regole da seguire: la bicicletta non essere realizzata prima del 1987 con le leve del cambio sul tubo obliquo del telaio. I pedali devono essere muniti di fermapiedi. L’abbigliamento deve essere quello d’epoca, va evitato il moderno materiale tecnico.

Cosa che non deve mancare sono gli accessori, anche quelli rigorosamente vintage. L’unica eccezione si può fare per il casco.

Il percorso si sviluppa lungo le colline del parmense, transitando lungo gli antichi e suggestivi borghi. Tappe obbligatorie i ristori ai quali si possono gustare le specialità del territorio.

polverosa           polverosa2

Quest ‘anno la Polverosa si svolgerà il 10 e 11 giugno con partenza  come di consueto a Montechiarugolo.

Ragazzi non perdiamoci questa fantastica iniziativa immersi nella storia del territorio parmense e di questo fantastico sport.

 

Se questo articolo ti è piaciuto o se pensi sia stato utile metti un Like e/o Condividi.

 

Un bicchiere di vino aiuta la salute

Un buon bicchiere di vino rosso, magari bevuto con una buona compagnia è un toccasana.

brindisi

L’inizio dell’estate è tempo di cantine aperte. Quindi perchè non approfittare delle belle giornate e dei bei paesaggi di collina per bersi un buon bicchiere di vino, rigorosamente rosso tutti in compagnia?

Ma quali sono gli effetti benefici di questa gustosa bevanda?

Vi ricordo che parliamo di vino rosso e di un solo bicchiere al giorno.

Innanzitutto il vino rosso è ricco di polifenoli. Questi sono degli antiossidanti e reagiscono contro i radicali liberi, causa del nostro invecchiamento. Grazie a queste molecole la nostra pelle risulta più luminosa e distesa.

Questi antiossidanti riducono anche il livello di colesterolo nel sangue. Il vino è un vasodilatatore, quindi migliora la circolazione. Ciò comporta ad una diminuzione degli zuccheri e del colesterolo “cattivo” nel sangue. Questa dilatazione contrasta anche gli effetti negativi del fumo. Ovviamente non dovete esagerare, perchè bere e fumare eccessivamente causano una degenerazione dei vasi sanguigni.

Una circolazione sanguigna più fluida comporta anche il regolamento della pressione arteriosa. Di conseguenza vi è una prevenzione contro l’arteriosclerosi e la demenza: L’alcol contenuto nel vino aiuta i vasi a mantenersi sani  grazie alla formazione di ossido nitrico, sostanza fondamentale per il rilassamento vascolare.

Inoltre nel vino è presente una sostanza chiamata resveratrolo che ha effetti neuroprotettori che impediscono lo sviluppo di malattie come l’Alzaheimer.

Se il vino viene bevuto dopo cena aiuta la digestione.

Aiuta a rilassare i muscoli e distendere i nervi.

Se si assume un bicchiere di vino rosso prima di cena dona sazietà. Quando ti senti più sazio, non ti butti sul cibo come se non avessi mai mangiato. Può risultare quindi un ottimo modo per perdere peso.

11196325_10206853917494330_3913900108568667875_n  viti

Pensa che per gli antichi greci il vino era un vero e proprio oggetto di culto legato al dio Dionisio.

Infatti gli antichi greci consumavano il vino in compagnia e con un autentico rito di celebrazione, chiamato “simposio”. Durante questo rito il bere vino insieme diventava una vera e propria condivisione di pensieri. Vi era una natura spirituale ed intellettuale nel simposio.

La stagione ormai è bella, le nostre colline sono fantastiche, per non parlare di quelle umbre e toscane…quindi perchè non andare a visitare qualche cantina?

Cogli l’occasione per fuggire dalla città, dal caos, respirare aria buona, stare in compagnia gustandoti un buon bicchiere di vino rosso guardando panorami mozzafiato. E’ anche un’occasione per imparare cose nuove e assaporare gusti inimitabili.

Se questo articolo ti è piaciuto o se pensi sia stato utile metti un Like e/o Condividi.

Ecco qualche idea regalo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Canoa: alla scoperta di questo fantastico sport con gli amici di Parmacanoa

Andare in canoa. A Parma? Ma dai… E invece si!
La Polisportiva Coop propone corsi di canoa che si svolgono o in piscina o al lago di Medesano, in provincia di Parma.

Quando l’ho saputo mi sono incuriosita, così ho deciso di informarmi meglio a andare a conoscere la sezione di canoa.

Siamo stati ospiti della Polisportiva proprio al lago di Medesano. Abbiamo parlato con Michele, istruttore e responsabile e con Jacopo e Giorgia, allievi di 11 e 18 anni. I giovani allievi si stavano preparando per la competizione del giorno dopo nella quale hanno ottenuto un risultato eccellente (qui i risultati).

allievi    jacopo e giorgiA

La giornata era calda e luminosa e al Lago vi era una pace indescrivibile. Immersi nella natura abbiamo scoperto uno sport completo ed educativo.

La canoa è uno sport adatto proprio a tutti: bambini, adulti, abili e meno abili.

Al lago abbiamo incontrato da adolescenti a persone decisamente più mature…

Si impara abbastanza velocemente a pagaiare, ai più piccoli poi basta dare uno sguardo agli adulti. Pian piano poi si affina la tecnica: la tenuta delle spalle e delle gambr, si impara a tornare a galla quando la canoa si ribalta ecc ecc.  L’attrezzatura consiste nell’ imbarcazione (fornite dalla polisportiva), un caschetto, una giubbotto di salvataggio omologati. Il rispetto della normativa e delle regole è fondamentale. Per il vestiario basta davvero poco: un costume, una magliettina e scarpe da scoglio antiscivolo. D’inverno invece occorre una giacca impermeabile, pile e tuta.

Ma cos’ha di così speciale questo sport? Ora te lo spiego.

panorama

Innanzi a tutto è uno sport completo. Pagaiando non si muovono solo le braccia ma anche tutti i muscoli dorsali e addominali che aiutano la schiena. Anche gli arti inferiori sono coinvolti in quanto vengono utilizzati per aiutare la spinta e direzionare l’imbarcazione.

Si vive la natura. A parte gli allenamenti in piscina per apprendere le tecniche, gli allenamenti si svolgono al lago o in fiume. Si è circondati dall’acqua e dalla natura. Si impara anche a rispettarla e a viverla con lo giusto spirito.

Ogni canoista deve avere cura della propria imbarcazione e si deve ricordare della propria attrezzatura. Chi non ha l’attrezzatura necessaria o in disordine non può allenarsi. A fine allenamento la canoa va poi lavata e pulita dalle incrostazioni che la possono rendere più pesante e meno scivolosa. Ciò insegna, sopratutto ai ragazzini, di avere cura delle proprie cose e gli dona un certo senso di responsabilità.


La canoa è uno sport individuale, ti permette di conoscere i tuoi limiti, i tuoi punti di forza, insomma siete tu e con la tua mente, il tuo corpo con la canoa e basta.

Giorgia e Jacopo ci hanno confessato che questa attività gli ha aiutati molto tra i banchi: sono diventati più precisi, sono diventati amanti delle sfide e le affrontano con maggiore consapevolezza.

Se qualcosa non va come dovrebbe cercano di imparare dai loro errori. In questo sport non puoi dare la colpa a compagni di squadra, ma devi renderti conto in cosa dovresti migliorare. Ciò ti aiuta in ogni aspetto della vita.

Jacopo ci ha detto che lui non potrebbe fare altro sport: è troppo amante della natura e dell’aria apetta e non può rinunciare al contatto con l’acqua.

Inoltre gli allenamenti non sono mai tutti uguali: a volte si svolgono sulle lunghe distanze, altre invece ci si concentra sulla velocità e i brevi tratti.

Si finisce sempre poi con un momento di svago: una bella partita a polo canoa.

Non vi nascondo la nostra sorpresa e la nostra meraviglia!! La tentazione di provare e rimane fino alla fine del pomeriggio era davvero irrefrenabile.

canoa      attrezzature

La cosa che mi ha lasciato di stucco è stato ciò che c’è intorno a questo sport: educazione, rispetto per la natura e progetti di riqualificazione del territorio. Infatti la Polisportiva Coop sta presentando un progetto di riqualificazione intorno al lago di Medesano per istituire un percorso pedonale e ciclabile, poter insediare un punto ristoro e creare un vero e proprio centro sportivo senza cementificare e deturpare ma solo valorizzare ciò che già esiste.

Quindi andare in canoa non solo ci rende più forti, sia fisicamente che mentalmente, ma anche più sensibili e attenti a ciò che circonda. Ci aiuta a diventare più rispettosi delle regole, di noi stessi e dell’ambiente.

Infatti la Polisportiva ha ospitato centri estivi e ragazzi che vivono in case famiglie con alle spalle situazioni complicate che li porta ad avere caratteri difficili e ostili. Lo sport della canoa li ha portati ad avere un atteggiamento migliore nei confronti degli altri e ad avere maggiore rispetto dell’autorità.

Sabato vi sarà l’open day al lago di Medesano.

Noi torniamo e speriamo di vedervi numerosi.

Se questo articolo ti è piaciuto o se pensi sia stato utile metti un Like e/o Condividi

 

open day

 

 

 

Lotusgrill: la griglia senza fumo e senza pensieri

 Lotusgrill!! Quello che hai sempre sognato!!lotus1

Inizia l’estate, la bella stagione e cosa c’è di più bello di un grigliata con gli amici?

Ma dove posso fare una grigliata? Da qualche amico che ha una casa indipendente o lontano dal centro abitato! E se i miei amici hanno tutti la casa in città?

Oppure hai un giardino ma i vicini del piano superiore si lamentano del fumo. Che stress!! Devi rinunciare oppure spendere soldi per andare al ristorante.

Ma perchè? Non è la stessa cosa!! Che bello essere tutti insieme in un giardino a ridere, scherzare e sentire il profumo della carne che cuoce!! Ma…dadan!!

La soluzione: Lotusgrill!

Eh si da oggi niente più lamentele, niente più rinunce.

Lotusgrill è la prima griglia che cuoce ma senza fumo.

Noi l’abbiamo ordinata su www.amazon.it.

 

Dopo due giorni è arrivata nella sua pratica custodia, con la quale puoi portare la tua LotusGrill ovunque.

Ma qual’è la straordinaria novità di questa griglia?

Come fa a grigliare senza fumo?

Ha un sistema brevettato che permette la diffusione dei fumi in modo uniforme e all’interno del contenitore sotto la griglia.

La carbonella va sistemata nel contenitore all’interno del recipiente sotto la griglia e va accesa con l’apposito Lotus gel.

Il flusso d’aria è dal basso verso l’alto, viene presa l’aria fredda da sotto che passando fra la carbonella diventa calda e si distribuisce nella zona di cottura.

Vi sono varie dimensioni in base al numero delle persone con cui siederai a tavola.

Lotusgrill non è pratica solo per l’assenza di fumo ma anche per la facilità con cui puoi portarla con te e soprattutto per la semplicità con cui potrai pulirla.

Ci stai ancora pensando? Clicca qui e acquista la tua griglia da balcone!!

Se questo articolo ti è piaciuto o se pensi sia stato utile metti un Like e/o Condividi.

Nuotare: ecco perchè dovresti farlo.

Nuotare!! Che relax!Nuotare1

Arriva la bella stagione e il caldo. Si ha più voglia di andare verso il mare per prendere un pò si sole e nuotare un pò.

In città inizia ad esserci troppo caldo per una corsa o una lunga camminata. Allora perchè non andare in piscina e rinfrescarsi con una bella nuotata e intanto tenersi in forma?

Ma perchè aspettare che venga il caldo? Il nuoto dovrebbe essere un’attività da praticare durante tutto l’anno.

Vuoi sapere il perchè?

Nuotare è definito lo sport completo. Infatti prevede il coinvolgimento di tutti i muscoli, da quelli delle gambe a quelle della braccia, dalle spalle a alla schiena e agli addominali.

Vi è richiesta una certa coordinazione, sia per poter muoversi contrastando l’attrito dell’acqua, sia per poter rimanere in superficie.

Il movimento tipico del nuoto si caratterizza da una distensione di tutto il corpo e ciò comporta un “allungamento” di tutti i muscoli. Proprio per questo si ritiene fondamentale alternare il nuoto a sport che prevedono contrazioni muscolari o shock alle articolazioni (come la corsa o il calcio).

La muscolatura si sviluppa in modo omogeneo e armonioso. Molti sport invece prevedono lo sviluppo di un  arto in particolare (ad es. il tennis che sviluppa più un braccio piuttosto che l’altro).

La muscolatura non viene sviluppata da forti contrazioni muscolari o da uno spostamento di pesi eccessivi ma dal superamento dell’acqua. Quindi uno sforzo “dolce” e benefico.

allenamento1

Col nuoto va regolata anche la respirazione. Ciò prevede un allargamento dei polmoni e quindi un maggior afflusso di sangue. Questo migliora il sistema cardiocircolatorio che comporta un abbassamento degli zuccheri e del colesterolo nel sangue.

Il coinvolgimento di tutti i muscoli, dell’apparato cardio-respiratorio permette di bruciare molte calorie.

Col nuoto si migliorano tutti gli aspetti del nostro corpo: la respirazione, la muscolatura e le articolazioni. L’unico sport che migliora la struttura e non provoca danni alle nostre articolazioni.

Per questo in casi di artriti o per fisioterapia è sempre consigliata la ginnastica in acqua.

Pensa che il nuoto è consigliato anche per le donne incinta e per i bambini di pochissimi mesi.

bambini

Quindi indossa un costume, prendi la cuffietta e vai subito nella piscina più vicina a casa tua.

Se questo articolo ti è piaciuto e l’hai trovato utile metti un Like e/o Condividi.

Counseling filosofico. La soluzione attraverso la filosofia.

Counseling filosofico è il farsi strada tra le proprie idee attraverso la filosofia.

Ma seguimi che ti spiego meglio.

cunseling2

Per filosofia si intende l’attività che interpreta e definisce i modi del pensare, del conoscere e dell’agire umano. La filosofia è la ricerca e la tendenza alla conoscenza. Socrate, considerato il filosofo per eccellenza, sapeva di non sapere e quindi si spingeva ad una ricerca continua. Un’indagine continua per conoscere le questioni umane.

Platone addirittura considerava la filosofia la scienza superiore, capace di trovare il senso delle altre scienze.

Quindi “fare” filosofia  vuol dire immergersi nel profondo dell’animo umano.

Quindi il counselig filosofico vuole utilizzare la filosofia come metodo, come ricerca, per indirizzare il pensiero umano, per chiarirne gli aspetti più reconditi attraverso un rapporto interpersonale.

Il filosofo quindi cerca di trascendere  superando la normale dimensione quotidiana del pensiero.

Il counselor filosofico cerca di condurre il consultante al superamento del pensiero più superficiale per andare oltre, per vedere la realtà come essa è per rispondere a domande tipiche dell’esistenza.

Il rapporto tra il counselor e il consultante è fondamentale perchè è proprio all’interno di questo rapporto che si instaura il dialogo filosofico.

Il metodo per proseguire il dialogo è prettamente filosofico da quello dialettico, al fenomenologico o ermeneutico o socratico ecc ecc. Ciò in base alle caratteristiche  dei due partecipanti al percorso.

Questi metodi se noti, non insegnano e non spiegano ma ricercano. Ricercano tra i tuoi pensieri per farti apparire il mondo così com’è, per arrivare ad un punto ben preciso dei tuoi pensieri e della tua vita.

Si intraprende un percorso di counseling filosofico davanti a disagi non dovuti a patologie, ma per superare irrigidimenti mentali per aprirti a nuove visioni.

Non è un percorso alternativo alla psicologia, ma si stanno trovando fantastici punti di sinergia efficaci.

Care    counseling-psi

Se questo articolo ti è piaciuto o pensi sia sto utile metti un Like e condividi.

Ridi che ti passa!! Come ridere può essere una cura

Ridere ti fa bene!

bimbo

Lo dimostrano ricerche scientifiche. Sono stati fatti studi da anni e il risultato è apparso lo stesso.

Una bella risata migliora la vita!!

Una grassa risata ti aiuta a stendere nervi e muscoli del viso e delle spalle. Di conseguenza aiuta a risolvere mal di testa, indolenzimento e ti allevia dallo stress del lavoro quotidiano.

Ridere libera endorfina. Come ti ho già detto in articoli precedenti, le endorfine sono sostanze che ti aiutano a stare bene. Il rilascio di endorfine aiuta il buonumore, ci rende più felici e tranquilli.

Durante una bella risata aumenta il battito cardiaco. Aumenta quindi la circolazione e un maggiore afflusso di sangue abbatte i livelli di glucosio e grassi nel sangue.

Stare bene favorisce anche un aspetto migliore. Con la risata ancora di più!! Pensa alle contrazioni dei muscoli del tuo viso. Sembrerà assurdo ma questa attività rallenta l’invecchiamento, rendendo i muscoli del viso più tonici e distendendo la pelle.

ridere.1

Ti accorgerai anche dello straordinario effetto che può avere ridere sulla tua psiche.

Infatti ridere condiziona la psiche in  modo positivo distogliendo l’attenzione dai pensieri negativi o dai problemi. Non ti porta di certo ad avere una soluzione per quest’ultimi ma diminuendo la negatività ti porta ad una visione più leggere e chiara per arrivare alla soluzione. Insomma di allevia dal peso del problema permettendoti di raggiungere la soluzione in modo più semplice.

ridA questo punto metti su un bel film comico, uno di quelli che ti faccia scendere le lacrime dal tanto che stai ridendo. Oppure chiama quell’amica/o con cui ti sei sempre fatto delle gran risate ed uscite!!

Divertiti e ridi! Non risolverai tutti i tuoi problemi, non diventerai ricco…ma la  tua vita sarà di certo migliore!!

Se questo articolo ti è piaciuto o pensi sia stato utili metti un Like e/o Condividi.

 

8 marzo e poi…

8 marzo. E poi? 9 marzo, 10 marzo…rifaccio la domanda: e poi?

Questo articolo esulerà un pò da tutto quello che è stato questo blog fino ad ora. Ma lo ritengo importantissimo.

E’ passata una settimana e tutto il fervore di questo giorno sembra essere svanito.

Durante questo giorno vediamo fidanzati e mariti innamorati che elogiano la nostra forza e il nostro valore.

Tante manifestazioni, iniziative, marce, e poi? Il 9 marzo cosa succede?

Niente. Proprio niente!!festa-della-donna-

Credo al valore delle donne, alla loro importanza nella società e alla parità. Ho detto parità, non superiorità. Non sono una di quelle femministe che sogna una società senza uomini. Non credo nemmeno se ne possa fare a meno. Uomini e donne sono essere diversi e complementari.

In occasione della festa della donna quest’anno, ho partecipato ad un incontro tenuto dalla storica Elisabetta Salvini dal titolo “Sebben siam donne paura non abbiamo” presso Ego center Kairos, ormai amici conosciuti del blog.

Qui si è fatto un excursus storico, dalla Rivoluzione francese ad oggi.

Le donne si sono sempre battute per poter far parte della società, per poter scegliere in un mondo che anch’esse abitano. Le donne hanno da sempre avuto un ruolo fondamentale nella società: portare avanti la famiglia ed occuparsi anche dell’economia di essa. Proprio per questo sono consapevoli dei bisogni e sono in grado di contribuire all’organizzazione di una parte importante della società.

8-marzo-

L’uomo è terrorizzato dalla libertà della donna, ma perchè?

La donna da sempre lo ha aiutato nella propria determinazione e realizzazione. Lo ha sempre sollevato da importanti incombenze, lo ha supportato e consigliato quando ricopriva determinati ruoli. Lo ha sostituito quando era in guerra e in molte occasioni lo ha affiancato proprio in battaglia (ricordo le partigiane).

La donna non pretende e non chiede di scavalcarlo. Chiede solo di far parte e contribuire a migliorare la società in cui viviamo, chiede gli stessi diritti e le stesse libertà, chiede lo stesso salario e di non essere licenziata perchè incinta.

Le donne mettono sentimento e passione in ciò che fanno. Elementi che possono muovere e migliorare le condizioni di tutti. Sognano un modo in cui uomini e donne possano lavorare gomito a gomito per costruire e progettare sogni e belle realtà.

Molte donne chiedono di non aver più paura: l’uomo deve smettere di provare ad averle, a possederle con la forza. Così si creano solo vittime e l’uomo per forza di cose rimane solo. Le donne non vogliono più essere trattate come oggetti e se dicono no gli uomini devono accettarlo e magari capire perchè dicono quel no.

Ciò che manca è la consapevolezza. L‘8 marzo è una festa per ricordare ma deve essere anche quella consapevolezza.

wecandoitDi leggi ne sono state approvate. Ciò che non avviene è che esse vengano rispettate. Spesso siamo ancora sotto ricatto da datori di lavoro. Cosa ci manca: il coraggio? Non credo, abbiamo combattuto un sacco di battaglie e tutti i giorni combattiamo per il bene dei nostri cari. I nostri affetti sono la motivazione e la spinta per tutto ciò che facciamo.

Davvero allora prendiamo consapevolezza del nostro essere donne e del nostro valore. Mettiamo sentimento in tutto ciò che facciamo e facciamo si che questo sentimento sia parte di leggi e progetti.

Cerchiamo di essere più orgogliose, determinate ma soprattutto CONSAPEVOLI.

 

Se questo articolo ti è piaciuto o pensi sia stato utile metti un Like e Condividi.

 

Il ballo: 7 motivi per ballare

Il ballo. Non voglio definirlo come attività ma un vero e proprio sport.

iohn

Il ballo non è così facile, così semplice come si può pensare. E non è nemmeno uno sport per tutti. Certo vi è il ballo più leggero e quello più aerobico e dinamico, ma di comunque ci sono benefici importanti in entrambi i casi.

Non parliamo di benefici solo fisici ma anche benefici sulla nostra autostima e sulle nostra mente.

  1. Il ballo è un vero e proprio esercizio fisico. Come tale quindi ci porta ad un benessere psico-fisico. Ballando si attiva la circolazione, quindi vi è un miglioramento cardiaco. <i livelli di glucosio e colesterolo nel sangue calano. Quindi vi sarà una perdita di massa grassa. I muscoli, invece, si tonificano e si notano miglioramenti sull’apparato respiratorio.
  2. Il corpo diventa più elastico. I movimenti del ballo richiedono maggiore elasticità e coordinazione.
  3. Ci si diverte. Scegli di muoverti sulle note della musica che preferisci. Da zumba al tango, dal ballo liscio a quello medioevale, all’aerobica. Qualsiasi musica va bene, basta che ti coinvolga, ti piaccia e ti faccia divertire e scaricare dallo stress. Personalmente adoro il rock acrobatico.
  4. Si socializza. Le lezioni di ballo vengono fatte in gruppo o comunque in coppia. Può essere un modo per conoscere nuove persone, oppure ritrovare l’affiatamento e il feeling con il partner di una vita. Per i maschietti single è anche un’ottima opportunità per fare qualche conquista.
  5. Aumenta la concentrazione. Per ballare occorre seguire determinate coreografie e precisi passi. Ciò stimola la nostra attenzione e concentrazione. Ciò ci può essere estremamente utile anche nella vita di tutti i giorni.
  6. Aumenta l’autostima. Che soddisfazione, dopo qualche lezione, riuscire a completare la coreografia o seguire a perfezioni i passi senza pestare i piedi del mio partner (la soddisfazione sarà di entrambi 😉 )
  7. Liberare le emozioni. Muoversi, divertirsi, concentrarsi aiuta decisamente a sfogarsi, a liberare le proprie emozioni  e liberarci dallo stress.

images2 shall

Io non ho mai considerato il ballo come sport o un’attività , ma dopo aver provato qualche lezione di zumba mi sono dovuta ricredere. Non nascondo la mia goffaggine all’inizio, quando tutte le ballerine erano in un lato della stanza e io a quello opposto!!! Ma poi sono riuscita e ciò mi ha ridato fiducia in me stessa!! Non parliamo poi della fatica fisica!! Non me lo potevo proprio immaginare!!!

Dai provate!!! Ci sono scuole che offrono lezioni gratuite grazie alle quali potrete provare e capire quale ballo fa per voi! Buon divertimento e non dimenticate di farmi sapere come è andata!

Vi aspetto. Un abbraccio.

Se questo articolo ti è piaciuto o pensi sia sto utile metti un Like e condividi.