Ridi che ti passa!! Come ridere può essere una cura

Ridere ti fa bene!

bimbo

Lo dimostrano ricerche scientifiche. Sono stati fatti studi da anni e il risultato è apparso lo stesso.

Una bella risata migliora la vita!!

Una grassa risata ti aiuta a stendere nervi e muscoli del viso e delle spalle. Di conseguenza aiuta a risolvere mal di testa, indolenzimento e ti allevia dallo stress del lavoro quotidiano.

Ridere libera endorfina. Come ti ho già detto in articoli precedenti, le endorfine sono sostanze che ti aiutano a stare bene. Il rilascio di endorfine aiuta il buonumore, ci rende più felici e tranquilli.

Durante una bella risata aumenta il battito cardiaco. Aumenta quindi la circolazione e un maggiore afflusso di sangue abbatte i livelli di glucosio e grassi nel sangue.

Stare bene favorisce anche un aspetto migliore. Con la risata ancora di più!! Pensa alle contrazioni dei muscoli del tuo viso. Sembrerà assurdo ma questa attività rallenta l’invecchiamento, rendendo i muscoli del viso più tonici e distendendo la pelle.

ridere.1

Ti accorgerai anche dello straordinario effetto che può avere ridere sulla tua psiche.

Infatti ridere condiziona la psiche in  modo positivo distogliendo l’attenzione dai pensieri negativi o dai problemi. Non ti porta di certo ad avere una soluzione per quest’ultimi ma diminuendo la negatività ti porta ad una visione più leggere e chiara per arrivare alla soluzione. Insomma di allevia dal peso del problema permettendoti di raggiungere la soluzione in modo più semplice.

ridA questo punto metti su un bel film comico, uno di quelli che ti faccia scendere le lacrime dal tanto che stai ridendo. Oppure chiama quell’amica/o con cui ti sei sempre fatto delle gran risate ed uscite!!

Divertiti e ridi! Non risolverai tutti i tuoi problemi, non diventerai ricco…ma la  tua vita sarà di certo migliore!!

Se questo articolo ti è piaciuto o pensi sia stato utili metti un Like e/o Condividi.

 

8 marzo e poi…

8 marzo. E poi? 9 marzo, 10 marzo…rifaccio la domanda: e poi?

Questo articolo esulerà un pò da tutto quello che è stato questo blog fino ad ora. Ma lo ritengo importantissimo.

E’ passata una settimana e tutto il fervore di questo giorno sembra essere svanito.

Durante questo giorno vediamo fidanzati e mariti innamorati che elogiano la nostra forza e il nostro valore.

Tante manifestazioni, iniziative, marce, e poi? Il 9 marzo cosa succede?

Niente. Proprio niente!!festa-della-donna-

Credo al valore delle donne, alla loro importanza nella società e alla parità. Ho detto parità, non superiorità. Non sono una di quelle femministe che sogna una società senza uomini. Non credo nemmeno se ne possa fare a meno. Uomini e donne sono essere diversi e complementari.

In occasione della festa della donna quest’anno, ho partecipato ad un incontro tenuto dalla storica Elisabetta Salvini dal titolo “Sebben siam donne paura non abbiamo” presso Ego center Kairos, ormai amici conosciuti del blog.

Qui si è fatto un excursus storico, dalla Rivoluzione francese ad oggi.

Le donne si sono sempre battute per poter far parte della società, per poter scegliere in un mondo che anch’esse abitano. Le donne hanno da sempre avuto un ruolo fondamentale nella società: portare avanti la famiglia ed occuparsi anche dell’economia di essa. Proprio per questo sono consapevoli dei bisogni e sono in grado di contribuire all’organizzazione di una parte importante della società.

8-marzo-

L’uomo è terrorizzato dalla libertà della donna, ma perchè?

La donna da sempre lo ha aiutato nella propria determinazione e realizzazione. Lo ha sempre sollevato da importanti incombenze, lo ha supportato e consigliato quando ricopriva determinati ruoli. Lo ha sostituito quando era in guerra e in molte occasioni lo ha affiancato proprio in battaglia (ricordo le partigiane).

La donna non pretende e non chiede di scavalcarlo. Chiede solo di far parte e contribuire a migliorare la società in cui viviamo, chiede gli stessi diritti e le stesse libertà, chiede lo stesso salario e di non essere licenziata perchè incinta.

Le donne mettono sentimento e passione in ciò che fanno. Elementi che possono muovere e migliorare le condizioni di tutti. Sognano un modo in cui uomini e donne possano lavorare gomito a gomito per costruire e progettare sogni e belle realtà.

Molte donne chiedono di non aver più paura: l’uomo deve smettere di provare ad averle, a possederle con la forza. Così si creano solo vittime e l’uomo per forza di cose rimane solo. Le donne non vogliono più essere trattate come oggetti e se dicono no gli uomini devono accettarlo e magari capire perchè dicono quel no.

Ciò che manca è la consapevolezza. L‘8 marzo è una festa per ricordare ma deve essere anche quella consapevolezza.

wecandoitDi leggi ne sono state approvate. Ciò che non avviene è che esse vengano rispettate. Spesso siamo ancora sotto ricatto da datori di lavoro. Cosa ci manca: il coraggio? Non credo, abbiamo combattuto un sacco di battaglie e tutti i giorni combattiamo per il bene dei nostri cari. I nostri affetti sono la motivazione e la spinta per tutto ciò che facciamo.

Davvero allora prendiamo consapevolezza del nostro essere donne e del nostro valore. Mettiamo sentimento in tutto ciò che facciamo e facciamo si che questo sentimento sia parte di leggi e progetti.

Cerchiamo di essere più orgogliose, determinate ma soprattutto CONSAPEVOLI.

 

Se questo articolo ti è piaciuto o pensi sia stato utile metti un Like e Condividi.

 

Il ballo: 7 motivi per ballare

Il ballo. Non voglio definirlo come attività ma un vero e proprio sport.

iohn

Il ballo non è così facile, così semplice come si può pensare. E non è nemmeno uno sport per tutti. Certo vi è il ballo più leggero e quello più aerobico e dinamico, ma di comunque ci sono benefici importanti in entrambi i casi.

Non parliamo di benefici solo fisici ma anche benefici sulla nostra autostima e sulle nostra mente.

  1. Il ballo è un vero e proprio esercizio fisico. Come tale quindi ci porta ad un benessere psico-fisico. Ballando si attiva la circolazione, quindi vi è un miglioramento cardiaco. <i livelli di glucosio e colesterolo nel sangue calano. Quindi vi sarà una perdita di massa grassa. I muscoli, invece, si tonificano e si notano miglioramenti sull’apparato respiratorio.
  2. Il corpo diventa più elastico. I movimenti del ballo richiedono maggiore elasticità e coordinazione.
  3. Ci si diverte. Scegli di muoverti sulle note della musica che preferisci. Da zumba al tango, dal ballo liscio a quello medioevale, all’aerobica. Qualsiasi musica va bene, basta che ti coinvolga, ti piaccia e ti faccia divertire e scaricare dallo stress. Personalmente adoro il rock acrobatico.
  4. Si socializza. Le lezioni di ballo vengono fatte in gruppo o comunque in coppia. Può essere un modo per conoscere nuove persone, oppure ritrovare l’affiatamento e il feeling con il partner di una vita. Per i maschietti single è anche un’ottima opportunità per fare qualche conquista.
  5. Aumenta la concentrazione. Per ballare occorre seguire determinate coreografie e precisi passi. Ciò stimola la nostra attenzione e concentrazione. Ciò ci può essere estremamente utile anche nella vita di tutti i giorni.
  6. Aumenta l’autostima. Che soddisfazione, dopo qualche lezione, riuscire a completare la coreografia o seguire a perfezioni i passi senza pestare i piedi del mio partner (la soddisfazione sarà di entrambi 😉 )
  7. Liberare le emozioni. Muoversi, divertirsi, concentrarsi aiuta decisamente a sfogarsi, a liberare le proprie emozioni  e liberarci dallo stress.

images2 shall

Io non ho mai considerato il ballo come sport o un’attività , ma dopo aver provato qualche lezione di zumba mi sono dovuta ricredere. Non nascondo la mia goffaggine all’inizio, quando tutte le ballerine erano in un lato della stanza e io a quello opposto!!! Ma poi sono riuscita e ciò mi ha ridato fiducia in me stessa!! Non parliamo poi della fatica fisica!! Non me lo potevo proprio immaginare!!!

Dai provate!!! Ci sono scuole che offrono lezioni gratuite grazie alle quali potrete provare e capire quale ballo fa per voi! Buon divertimento e non dimenticate di farmi sapere come è andata!

Vi aspetto. Un abbraccio.

Se questo articolo ti è piaciuto o pensi sia sto utile metti un Like e condividi.